Sono arrivati nella valle del Lys con l'aiuto della comunità di Sant'Egidio

Da Lugansk e Dnipro alla Val d'Aosta, in fuga dalla guerra

Nella casa d'infanzia di Evelina e Francesca Christillin l'ospitalità a 15 ucraini.

Quindici tra bimbi e donne ucraine. Provengono da Lugansk e Dnipro e vivono a Issime, in frazione Riva da tre mesi. Sono arrivati  nella valle del Lys in primavera con l'aiuto della comunità di Sant'Egidio.

Hanno trovato rifugio  a casa  di Evelina e Francesca Christillin.

Sono arrivati in Italia e poi in Valle d'Aosta grazie alla Comunità di Sant'Egidio, cui i Christillin hanno offerto la propria casa di famiglia.

Ma è l'intero villaggio ad avere aperto le braccia ai quattro nuclei familiari ospitati, sempre più inseriti nel tessuto sociale. Un destino nuovo per la casa, che da anni è disabitata in gran parte dell'anno.

"È un bel destino - racconta Evelina Christillin -di cui i miei nonni e bisnonni sarebbero contenti" .