Sicurezza sul lavoro

Aumentano di oltre il 50% gli infortuni. L'ispettorato: "Stiamo assumendo nuovo personale"

Dai dati Inail nel primo trimestre le denunce sono passate da 16.591 a 25.666 ma gli incidenti mortali sono calati da 38 a 32.

Aumentano gli infortuni sul lavoro in Piemonte. Nei primi tre mesi del 2022 sono cresciuti addirittura del 54% rispetto allo stesso periodo del 2021. Diminuiscono però quelli con esito mortale: da 38 a 32. 

E' un quadro in chiaroscuro quello che emerge dai dati Inail presentati stamane a un convegno della Cgil a Torino. Secondo il sindacato, occorrono più controlli. Su questo il direttore dell'ispettorato nazionale del lavoro Bruno Giordano, intervenuto in collegamento da Roma, ha rassicurato. 

L'ispettorato sta assumendo 2580 persone in tutta italia e in Piemonte gli ispettori tecnici, che al momento sono appena 8, diventeranno alcune decine. Ma il problema sta anche nelle norme, ha sottolineato l'ex procuratore Raffaele Guariniello.

Nel servizio, le interviste a:

  • Giorgio Airaudo
    Segretario regionale Cgil
  • Raffaele Guariniello
    Ex procuratore