Lavori in corso

Le auto di nuovo sul Tenda nell'ottobre del 2023

Le previsioni del commissario straordinario per la riapertura al traffico del collegamento con la Francia chiuso dal drammatico passaggio della tempesta Alex dell'ottobre 2020.

"Ad oggi gli scavi stanno andando bene. E manca circa un chilometro e 100 per terminare gli scavi della nuova galleria". 

I lavori corrono - assicura il commissario straordinario per il tunnel del Tenda, Nicola Prisco. Il tempo, però, pure. La nuova canna del tunnel di Tenda prende forma, con 2.150 metri già scavati, circa due terzi del totale: “Noi stiamo lavorano naturalmente ancora per approvare il progetto esecutivo di modifica di tutte le opere dell'imbocco lato Francia perché, come sapete tutti, la tempesta Alex ha sconvolto completamente tutte le previsioni progettuali lato Francia. Abbiamo completato il progetto esecutivo e adesso a breve verrà convocata la CIG”.

La commissione intergovernativa potrà così approvare questo progetto esecutivo - che tra gli altri interventi prevede anche lo sviluppo del ponte da 70 metri sul Vallone della Cà. Un passo necessario per dare il via alle opere in variante. Una certezza: per tornare a transitare sul Tenda occorre ancora parecchio tempo: 

“L'obiettivo che stiamo perseguendo tutti insieme è quello di dare traffico, cercare di dare traffico per l'ottobre del 2023 nel tunnel di nuova realizzazione. Mentre invece il completamento di tutti i lavori a giugno 2025 con l'apertura di entrambi i tunnel”.