Risolto cold case dopo 18 anni

I complici dell'ndrangheta dietro l'omicidio Gioffrè

Catturati due calabresi, con precedenti, ritenuti affiliati alla 'ndrangheta. La vittima era stata uccisa con quattro colpi di fucile l'11 luglio 2004. L'esecutore già condannato a 21 anni.

Giuseppe Gioffré fu ucciso l'11 luglio del 2004. Condannato a 21 anni l'esecutore Stefano Alvaro. Un anno fa i Ris di Parma hanno riaperto il caso e grazie alle nuove tecnologie applicate alle indagini penali hanno individuato le tracce biologiche dei complici. Si tratta di due uomini, ritenuti dalla Procura di Torino affiliati alla ‘ndrangheta, che quella sera era con Stefano Alvaro. Uno di loro è già detenuto per altri reati. Il Gip ha chiesto la misura cautelare in carcere per entrambi. Secondo l’accusa, il delitto di Gioffré fu la conclusione di una faida tra cosche calabresi iniziata negli anni '60. Una lunga scia di sangue che dal sud si è spostata al nord per motivi vendetta.