Granata e bianconeri hanno iniziato a lavorare a ranghi ridotti

Toro, partenza tra le incertezze, la Juve aspetta Pogba e Di Maria

La squadra di Juric si è ritrovata al Filadelfia senza i nazionali, il tecnico croato aspetta i rinforzi dal mercato. Alla Continassa hanno iniziato ad allenarsi i giocatori reduci da infortuni, domenica prossima il raduno della squadra di Allegri.

A piccoli passi Juve e Toro si avvicinano alla nuova stagione. Oggi è stato il giorno dei primi arrivi al Filadelfia e alla Continassa, con i granata che si sono radunati ufficialmente seppur con una rosa a ranghi ridotti e i bianconeri che hanno invece aperto le porte del loro centro di allenamento ai giocatori reduci da infortuni. A far da contorno al primo giorno di lavoro dei granata, gli abituali striscioni di contestazione al presidente Cairo, spia di una preoccupazione che va diffondendosi nel mondo granata. Alla partenza dei pezzi più pregiati, ad ora, non ha fatto da contraltare l'arrivo di nessuno giocatore di pari livello e certo non può consolare la piazza l'ufficializzazione dell'acquisto di Brian Bayeye dal Catanzaro, per ora una scommessa. Questa mattina a rispondere all'appello di Juric c'era anche Gleison Bremer ma è noto che il brasiliano ha già le valigie pronte e attende solo di conoscere la nuova destinazione. Vagnati continua a lavorare per riavere Praet dal Leicester e almeno un altro trequartista con Djuricic e Joao Pedro che sono in cima alla lista dei desideri, ma le trattative non hanno ancora imboccato il rettilineo finale.
Dall'altra parte della città, alla Continassa, si sono invece rivisti Kean, Zakaria, Arthur, Danilo, De Sciglio, De Winter, Fagioli e anche l'ex granata Pjaca rientrato dal prestito e in attesa di sistemazione. Sono le avanguardie del gruppo bianconero che si ritroverà domenica prossima e al quale potrebbero essere aggregati anche Pogba e Di Maria il cui sbarco in città è annunciato a giorni.

Servizio di Stefano Tallia, montaggio di Enrico Caleffi