Terza edizione della Carovana dei ghiacciai organizzata da Legambiente

Requiem per i ghiacciai, "la fusione è inarrestabile"

Volontari di Legambiente e scienziati del Comitato Glaciologico in carovana in alta quota, tra Piemonte e Val d'Aosta. I dati raccolti parlano di arretramento dei ghiacci fino a 40 metri in un anno, e di centinaia di miliardi di litri d'acqua persi.

Per il terzo anno consecutivo la Carovana dei ghiacciai di Legambiente è tornata in alta quota per constatare i danni della crisi climatica: dal monte Bianco in Valle d'Aosta al Rosa in Piemonte, la fusione dei ghiacci sembra inarrestabile.

In Piemonte uno dei ghiacciai è arretrato di 40 metri in 1 anno, dato mai registrato prima. Sul Miage aostano il volume di ghiaccio perso - 100 milioni di metri cubi in 20 anni - corrisponde alla perdita di 100 miliardi di litri d'acqua. Le interviste a Marco Giardino, vicepresidente del Comitato Glaciologico Italiano, e a Vanda Bonardo, presidente di Legambiente Montagne.

Servizio di Alessia Mari, montaggio di Paola Galassi