nuoto

Govorov, campione ucraino che si allena a Cuneo

Lo scoppio della guerra mentre si trovava in Germania, la moglie e i figli rifugiati in Austria. In vista degli Europei di Roma, lo sprinter dei 50 metri farfalla ha trovato in Piemonte la sua nuova casa. Con un sogno sempre nel cassetto

Si allena a Cuneo da più di un mese, il campione ucraino Andriy Govorov. Allo Stadio del nuoto il re della farfalla veloce, il più veloce sprinter al mondo nei 50 metri, rifinisce gli ultimi dettagli prima degli Europei di Roma. Tra un allenamento, una seduta di palestra e una deviazione al mercato cittadino cerca insomma la stabilità distrutta dalla guerra, la routine che considera pozione per il successo e strada maestra per la felicità. "Quando hanno cominciato a bombardarci mi stavo allenando in Germania", racconta Govorov. "Avevo previsto di tornare a marzo da mia moglie e dal mio bambino di tre anni, ma sono stati loro lasciare l'Ucraina. Adesso sono sfollati in Austria, ospiti di un amico". Una vita sottosopra e una famiglia divisa, che Govorov ha, almeno in parte, ritrovato a Cuneo. 

In vasca tra amici

"Tutti quelli che lavorano qui oggi sono diventati amici. Luca, Christian, Andrea...  Persone gentili con cui mi diverto".  E tra queste persone gentili c'è anche il suo allenatore, Gianluca Albonico. Un esempio di tenacia che ha trovato un punto fermo a Cuneo, e un modello per chi si allena qui. Il sogno adesso? Un successo europeo che avrebbe il sapore dell'impresa: il record del mondo nei 50 farfalla a Roma.