In una villetta alla periferia di Leinì

Appartamento a fuoco, una coppia in prognosi riservata

L'uomo, un 34 enne di origini bielorusse, arrestato per tentato omicidio: avrebbe dato vita all'incendio dopo un litigio con la compagna. Le indagini affidate ai carabinieri

Una villetta isolata, appena fuori Leinì, sotto i tralicci dell'Enel. Ustioni sul 60% del corpo per lui, sul 50% per lei. Una coppia è ricoverata in prognosi riservata al Cto di Torino dopo l'incendio dell'abitazione, al primo piano di questo stabile: le loro condizioni sono gravi. L'uomo è in stato di arresto per tentato omicidio. Le fiamme hanno avvolto l'appartamento della coppia in via Lombardore poco prima di mezzanotte. Sul posto sono intervenute numerose squadre dei vigili del fuoco, un volontario è anche rimasto lievemente ferito per la caduta di un infisso: è stato ricoverato in codice verde.

Le indagini sono affidate ai carabinieri del comando di Venaria. Secondo le prime ricostruzioni, l'uomo, un 34enne di origine bielorussa, avrebbe dato fuoco all'appartamento dopo un litigio con la compagna 39enne peruviana. La tanica di benzina che potrebbe essere all'origine del rogo e l'appartamento sono stati posti sotto sequestro.

Servizio di Marco Bobbio, montaggio di Cristiano Gaviglio.