Piccoli comuni

Viaggio nei paesi senza banche

In Piemonte, 600mila persone vivono in piccoli centri sprovvisti di una banca. Disagi per anziani, ma anche perdita di competitività per chi ha un'attività

In Piemonte ci sono 600mila persone che vivono in Comuni che non hanno nemmeno una banca. Il dato arriva dalla Fabi, la Federazione autonoma dei bancari italiani. Il sindacato parla di “desertificazione bancaria”. Punta dell'iceberg di un fenomeno che riguarda molti servizi essenziali: bar, negozi, farmacie, edicole. Vivere nei piccoli centri, anche in Piemonte, sta diventando sempre più difficile.

La situazione in provincia di Vercelli

Nella provincia di Vercelli, ad esempio, l'assenza di una banca riguarda una 50ina di Comuni su un totale di 82. Gli anziani devono rivolgersi a figli e nipoti. Chi lavora, è costretto a muoversi in macchina. Unica ancora di salvezza, lo sportello bancomat dell'ufficio postale, quando c'è. Certo, i servizi online (compreso l'home banking) avanzano. Ma non sono sempre alla portata di tutti, e in più il gap tecnologico sulla velocità di connessione può pesare. Senza contare l'importanza del contatto umano. A preoccupare, infatti, è il dato d'insieme: vivere e lavorare nei piccoli centri sta diventando sempre più difficile.