L'estate in Piemonte

Dalle sponde del Lago di Avigliana alla Sacra di San Michele

Giornate di gran caldo in città, tra i luoghi più frequentati nel torinese per fuggire dalla canicola la Sacra di San Michele e il Lago di Avigliana. Un'estate d'oro con un flusso di persone tornato ai livelli pre pandemia, come nel 2017

La salita alla Sacra di San Michele, uno dei monumenti simbolo del Piemonte, per cui è stata avviata la candidatura per il patrocinio Unesco. Turisti in arrivo dalla città ma anche tanti stranieri.

E poi le sponde del lago, balneabile, che in questi mesi di calura sono state prese d'assalto da gitanti in cerca di uno spicchio d'acqua, spiagge, pic nic e pedalò, senza poter andare al mare. E' un'estate d'oro per Avigliana, con un flusso di persone tornato ai livelli pre pandemia, come nel 2017.

 A poco più di mezz'ora di macchina o treno da Torino, attira un turismo di prossimità, per chi è alla ricerca di un'escursione in mezzo alla natura, ma anche tante persone dall'estero, Francia in particolare ma anche Olanda e Germania. Soggiorni spesso brevi, prima di ripartire per altre mete.

servizio di Marco Bobbio