Campagna elettorale

La corsa delle liste

La politica verso il voto. Ancora non definite tutte le liste in campo, presentati alcuni ricorsi. Arrivano i big, ormai la campagna elettorale è in corsa.

Delle 23 liste presentate agli Uffici Elettorali del Tribunale di Torino, almeno due sono state respinte, in quanto ritenute senza tutti i requisiti necessari. Entro domani saranno presentati ricorsi urgenti per la revisione delle decisioni.

Intanto i partiti definiscono il calendario dei big in arrivo in Piemonte già dalla prossima settimana. Un'operazione molto importante per incontrare gli elettori, perché sui candidati la legge in pratica  non concede spazi: non c'e' la preferenza, chi sceglie il partito sceglie i candidati collegati o viceversa.

Nei collegi uninominali passa chi prende più voti. Nel proporzionale i seggi sono assegnati a seconda delle percentuali ottenute dai partiti, che hanno presentato un listino bloccato. Non si sceglie, si va in ordine dal primo al quarto. Necessari almeno il 3% dei voti per i partiti, il 10 per le coalizioni. Il Piemonte esprimerà 29 deputati e 14 senatori.

Servizio di Caterina Cannavà, montaggio di Beppe Serra