Dal vostro inviato

Un'edicola a Torino trasformata in dormitorio da due senzatetto e un'immagine che rivela la grande siccità di questo periodo, il Sangone al Castello del Drosso in secca.

 

Vorrei segnalarvi – ci scrive Dario – un’edicola abbandonata all'angolo tra corso Gabetti e corso Quintino Sella e trasformata in dormitorio con tende da campeggio e oggetti vari. Il telespettatore, che non è l’unico a indicarci scene del genere in strada a Torino, si chiede come questo sia possibile e perché nessuno intervenga per risolvere una situazione, oltre che disumana, anche critica dal punto di vista di vista igienico sanitario. Abbiamo interpellato il Comune. La situazione dell’edicola – spiega - è conosciuta e monitorata dai Servizi Sociali. Ai due signori che nella ex edicola vivono una condizione di estrema fragilità sono state proposte delle soluzioni alternative ma, fino ad oggi, non sono state accettate. Gli operatori che quotidianamente intervengono in strada – continua il Comune - continueranno nell’opera di convincimento. Verranno anche programmati ulteriori passaggi insieme alla Polizia Municipale. 

La seconda immagine è la denuncia – ancora una volta – dei danni che la prolungata siccità sta causando al nostro territorio. “Desertificazione” è il titolo di questa foto, è il letto del Sangone al Castello del Drosso. Ce la manda Francesco De Palma. 

E chiudiamo con quello che sembra un frammento di documentario. Una graziosa marmotta esce dalla sua tana a Colle Valcavera, sulle Alpi Cozie nel cuneese. Ringraziamo Mariarosa Pettavino che ci ha anche svelato il segreto del suo reportage, dopo aver studiato le abitudini del roditore ha lasciato il telefono per qualche minuto accanto alla tana.