Piemonte

Uno psicologo contro i rincari

Tra aumento dei prezzi dei prodotti energetici e costo del cibo alle stelle, i piemontesi si preparano ad affrontare l'autunno. E Federconsumatori lancia l'allarme: "Molti cittadini a rischio depressione, abbiamo dovuto dotarci di uno psicologo".

L'agosto quasi finito di questa caldissima estate porta con sé le preoccupazioni per l'autunno che verrà. Tra rincari del cibo e dei prodotti energetici, i piemontesi già si stanno arrangiando modificando le loro abitudini alimentari. I numeri di Federconsumatori parlano chiaro: negli ultimi mesi la riduzione del consumo di carne e pesce è stata del 16%. 

E se il governo mette a punto un piano per ridurre di due gradi la temperatura nelle case a partire dall'autunno, molti cittadini si preparano a stringere i cordoni della borsa. Una scelta dolorosa e persino umiliante, con gravi conseguenze psicologiche. Tanto che Federconsumatori ha dotato i suoi sportelli di un servizio di assistenza psicologica.

Per fortuna dallo scorso luglio e fino al ventiquattro ottobre c'è il bonus psicologo, fino a 50 euro per ogni seduta per una spesa massima di 600 euro per le famiglie con un reddito Isee sotto i 15mila euro.

Una boccata d'ossigeno prima degli attesi rincari energetici autunnali. E tutto sommato, con tutto il rispetto per il cambiamento climatico, ci sarà da sperare in un autunno tiepido.

Servizio di Davide Denina, montaggio di Cristiano Gaviglio