La sala storica riapre con 4 sale anzichè 2, spazi restaurati e nuovi film

Il cinema Nazionale di Torino riapre e raddoppia: sfida crisi, covid, e piattaforme on line

Dopo 14 mesi di lavori la nuova apertura. Per il proprietario, Lorenzo Ventavoli, 90 anni, esercente, produttore, padre storico del cinema torinese e italiano, "i film raccontano il mondo, e vanno visti sul grande schermo".

Riempire di nuovo le sale, la sfida di Lorenzo Ventavoli. Che a 90 anni, padre storico del cinema torinese - esercente, distributore, produttore, e pure attore - riapre un cinema, e lo fa in grande. Il Nazionale di Torino, dopo 14 mesi di lavori, torna con 4 sale anzichè 2. Dopo il buco nero del Covid, e le piattaforme online che ci incollano al divano. Ventavoli era “il” cinema a Torino nel dopoguerra. Suo il Romano, nel '60 la prima sala certificata d'essai. L'Eliseo, sempre suo, il primo multisala. Spettatori, tanti, allora. Quest'anno il 60% degli italiani non ha mai messo piede in sala. Ventavoli ne ha viste tante di sale chiudere: dopo l'invenzione della tv, poi le reti private, l'incendio al cinema Statuto. Ma anche, poi, riaprire. Perchè, racconta, il cinema è conoscenza del mondo, e il mondo va visto in grande.