Prima edizione a Torino dopo la pausa covid

Festa dei Vicini, 80 eventi per riscoprire il senso di comunità

La Festa dei Vicini ha origini francesi, nacque nel 1999 a Parigi. E' organizzata in due giornate, sabato e domenica, dalla Città di Torino e dall'Atc del Piemonte Centrale. Oggi vi aderiscono 36 Paesi europei con 2 milioni di partecipanti.

La prima edizione si tenne a Parigi, in Francia, nel 1999. Si invitavano tutti i cittadini a organizzare un momento di festa per conoscersi e per stare insieme, rafforzando il senso di comunità.

Capita così da molti anni in 36 Paesi dell'Unione Europa con il coinvolgimento di oltre 20 milioni di persone.

A Torino la Festa dei Vicini torna dopo la pausa covid. 80 gli eventi in programma tra sabato e domenica nei cortili e nelle strade della città.

Organizza il Comune e l'Atc Piemonte centrale. Condomini privati e abitazioni popolari insieme.

Pranzi e cene conviviali, spettacoli per bambini, per imparare a conoscersi.

C'è poi una mostra itinerante con le immagini delle edizioni precedenti.

 “Come eravamo” è il titolo dell'allestimento che sarà fruibile in diversi quattro quartieri, via Sospello, corso Grosseto, corso Taranto, via Damiano e via Cuneo; rispettivamente nei quartieri Borgo Vittoria, Barriera di Milano, Mirafiori sud e nord, e Aurora.

Nel servizio video parlano: Cecilia Mocco del Comitato “Oltre la Barriera” di via Leinì angolo via Volpiano; Sara Medici della Community Hub di via Baltea e Fabio Tassone, presidente della Federcase Piemonte (che riunisce le tre Atc della regione) 

Montaggio: Andrea Volpe