Al Politecnico di Torino l'allarme degli esperti sismici: mancano ingegneri

Terremoto nella notte a Chiusa di San Michele. Nessun danno, ma è vitale la prevenzione

Scossa di magnitudo 2.7. Il Piemonte non è zona sismica ma gli esperti Anidis avvertono: in Italia pochi ingegneri, a Torino solo l'1% sceglie il ramo civile. Le interviste a Giuseppe Ferro, presidente Ordine degli ingegneri, e Franco Braga di Anidis

Il 78 per cento delle abitazioni italiane è esposto a un rischio sismico e idrogeologico medio alto. Terremoti devastanti, con un alto costo in termini di vite umane ed economici, si susseguono da sempre nel nostro paese. Per questo è importante la ricerca e soprattutto la prevenzione. E ' quanto emerge dal convegno organizzato da Anidis al Politecnico di Torino, che vede riuniti i migliori esperti del settore. In Piemonte la terra si muove, terremoti sono stati avvertiti, ma i danni sono rari Prevenire controllando l'esistente, verificare che gli edifici in cui viviamo e le infrastrutture che utilizziamo siano in una buona condizione per affrontare qualsiasi tipo di imprevisto. E dal convegno arriva anche l'allarme per la carenza di ingegneri civili.