Il difficile rientro degli uomini dell'associazione di Castellamonte

Ucraina, volontari piemontesi sotto le bombe

Una missione per riportare ventitre bambini orfani in patria e aiuti umanitari a Nikolaj. Con l'aiuto di Specchio dei tempi, Unicef e dell'associazione nazionale VVF.

E' stata una notte di paura quella dei volontari dell'associazione La Memoria Viva che da ieri sono a Nicolaj per portare aiuti umanitari ai soldati e medicine negli ospedali della città.
 
Una doppia missione quella dell'associazione e del suo Presidente, Roberto Falletti, che oltre agli aiuti umanitari a Nicolaj, hanno riportato in Ucraina 23 bambini dell'orfanotrofio Arca di Mariupol che dal 5 luglio hanno soggiornato a Castellamonte per un periodo estivo di tregua dalla guerra. 

E' questa la trentaduesima missione compiuta dall'associazione La Memoria Viva di Castellamonte tra Ucraina, Romania e Polonia.

Servizio di Silvia Bacci, montaggio di Enrica Politano, intervista a Roberto Falletti, Presidente associazione La Memoria Viva