La straordinaria storia di Mario e Agnese Giordano

"Giusti tra le nazioni" a Vinadio

Onorificenza israeliana alla memoria di una coppia di Vinadio che salvò una famiglia ebrea.

“Io sono nata l'8 aprile e mia mamma ha avuto un parto difficile. Non aveva il latte e la signora Grenier mi ha allattato per diversi giorni. Quindi io e Lucien siamo fratelli di latte”.

E' racchiusa in questo ricordo di Luigina la vita spesa con amore e i destini che si incrociarono tra due famiglie. Una in fuga dallo sterminio, nascosta in casa di due fattori.

Giusti tra le nazioni ora sono Mario ed Agnese Giordano. Ormai scomparsi,  hanno lasciato il segno profondo di una vita spesa con amore.

Salvarono nel 1943 due giovani sposi ebrei, Zacharya e Heni Griener, i figli Charlotte e Lucien. In fuga dalla Francia, varcarono le montagne e arrivarono a Vinadio. Accolti a Podio Sottano dalla famiglia Giordano che li salvò.

L'ambasciata di Israele ha attribuito loro la più alta onorificenza in una Cuneo medaglia d'oro per la resistenza.

Servizio di Federica Burbatti, montaggio Andrea Volpe

Interviste a Luigina Giordano, figlia di Mario e Agnese Giordano; Marisa Giordano, figlia di Mario e Agnese Giordano; Lucien Griener, figlio di Zacharya e Heni Griener; Raphael Singer, Ambasciata di israele in Italia