Al San Giovanni Bosco la somministrazione del nuovo vaccino bivalente

800 convocati per il primo giorno di vaccino contro omicron 5

Il vaccino è riservato a over 60 e fragili.

La giornata di somministrazione del nuovo vaccino bivalente è iniziata. La dose coprirà tutte le varianti che si sono presentate sinora , compresa la omicron 5. Un senso di sollievo tra coloro che sono stati convocati di buon'ora. Sono per adesso over 60 e fragili, ma la campagna è partita anche per il personale sanitario e per le rsa. Siamo andati all'ospedale San Giovanni Bosco di Torino, dove è aperto da inizio pandemia un grosso centro vaccinale. 800  i convocati, l'adesione è stata massiccia

Federica Burbatti ha intervistato Fabiano Zanchi, direttore del centro vaccini e Monica Franconeri del centro vaccini del San Giovanni Bosco.

In Piemonte è partita in parallelo anche la campagna contro l'herpes ed in pneumococco

Le disposioni ministeriali prevedono in particolare il via libera da lunedì alla quarta  dose anche per le donne in gravidanza a condizione che siano trascorsi almeno 120 giorni dall'ultima somministrazione. In Piemonte è partita in parallelo anche la campagna contro l'herpes ed il pneumococco.

Sono oltre 132. 000 gli operatori sanitari che hanno già maturato i requisiti  per la quarta dose e oltre 27.000 gli operatori delle rsa. Coloro che operano nel sistema pubblico saranno presi in carico direttamente dalle strutture in cui lavorano mentre chi opera nel sistema privato verrà convocato presso gli hub attravesro la pre adesione al portale della regione.