Contro il caro bolletta

Addio gas e gasolio, il futuro è il cippato di legna

Nelle Valli di Lanzo nuove caldaie più efficienti fanno risparmiare denaro e creano una economia locale. A Pessinetto, il primo impianto partito un anno fa, i risultati già si vedono. Bolletta più che dimezzata rispetto alle precedenti

La risposta piemontese a Putin e alle bollette impazzite per il riscaldamento si trova in parte dentro dentro ai nostri boschi. Lo hanno capito nelle Valli di Lanzo, dove, grazie al lavoro del Gruppo di azione locale e ai fondi comunitari, hanno avviato 7 progetti per riscaldare scuole ed edifici comunali con caldaie efficienti a cippato di legna. A Pessinetto, il primo impianto partito un anno fa, i risultati già si vedono. Bolletta più che dimezzata rispetto al precedente impianto a gasolio.

Ma questo è solo uno dei risultati raggiunti. Comprare materia prima locale crea a cascata nuova economia.

Nessun pericolo per l'ambiente. Lo certifica l'esperta forestale che dice: qui non si intacca il capitale bosco, ma si gestisce il suo sviluppo, prelevando gli interessi accumulati.

Un progetto replicabile in tante valli montane del nostro territorio.

Servizio di Vanni Caratto

Interviste a Mario Poma, diretto Gal Valli di Lanzo e Fernanda Giorda, dottore forestale