L'incidente due settimane fa

Ucciso dal bus a Torino, si indaga sul funzionamento delle porte

La Procura dispone una consulenza tecnica sul sistema di chiusura dei mezzi GTT, dopo la morte di Giuseppe Pesce, investito dall'autobus in via Artom.

C'è il funzionamento delle porte automatiche degli autobus della gtt al centro dell'inchiesta della Procura di Torino sulla morte di Giuseppe Pesce. L'uomo, settantenne, era stato investito dal 14  in via Artom, nella periferia sud della città, due settimane fa,  dopo che il braccio era rimasto incastrato nelle porte del mezzo. In presenza di un oggetto, le porte - proprio per questioni di sicurezza -  dovrebbero riaprirsi. Per questo il pm Giorgio Nicola ha disposto una consulenza tecnica.