Covid, crescono i contagi: +36,9% in una settimana. Al via le pre adesioni per la quarta dose

Rientro dalla ferie, ritorno a scuola e arrivo dell'autunno: sono i tre fattori che spingono verso l'alto i casi. Gli esperti della Regione: "Stesso andamento dell'anno scorso"

Rientro dalle ferie, ripresa delle lezioni a scuola e arrivo dei primi freddi autunnali. Sono tre i fattori che hanno di nuovo fatto crescere i casi.  I dati dell'ultimo bollettino diffuso dalla Regione Piemonte registrano un'incidenza ben superiore di quella nazionale. Sotto controllo la situazione negli ospedali: con solo il 4,2% dei posti letto ordinari e l'1% delle terapie intensive occupati da casi Covid.

Ma a casa come a lavoro, si torna a parlare di positività al virus. Il tasso  è schizzato al 20 per cento. L'andamento del contagio è quello dell'anno scorso secondo gli epidemiologi della Regione. In tutto il Piemonte si è registrato un incremento settimanale dei casi di oltre il 35 per cento, con punte di oltre 50 per cento a Novara e del 40 a Torino città.

Ma tutte le province vedono i dati in aumento.  Così come tutte le fasce d'età, in particolare quelle scolari. Raddoppiati i positivi nella fascia 14-18. Cresciuti di oltre l'80% tra i 6 e i 13 anni. E crescono i contagi anche tra i 0 e i 5 anni, una fascia per cui l'Ema potrebbe dare via libera a un "baby vaccino" entro metà ottobre.   A proposito di vaccini. Venerdì 30 settembre, in Piemonte, partirà la campagna di pre-adesione alla quarta dose per gli over 12. Mentre lunedì prossimo, il 3 ottobre, si passerà alla chiamata diretta per gli over 60.