L'assessore Carretta: "Modello Eurovision"

Torino si prepara alle ATP Finals 2022

Villaggio davanti al PalaAlpitour, Palazzo Madama che diventa una casa del tennis. In più, eventi diffusi in tutta la città. Già sicuri di partecipare Djokovic, Nadal, Alcaraz, Tsitsipas e Ruud.

ATP Finals Torino 2022, ci siamo. Il conto alla rovescia a Palazzo di città è già partito. Il 13 novembre, al via le ATP Finals. Fino al 20, Torino tornerà ad essere la capitale del tennis. Tra i primi 8 del mondo, già sicuri di giocarsela Alcaraz, Nadal, Ruud, Tsitsipas e Djokovic. Durissima per gli italiani Sinner e Berrettini, che nel ranking figurano, al momento, rispettivamente al 13esimo e al 15esimo posto. Tennis azzurro che spera però nel doppio con la coppia Bolelli-Fognini.

Modello Eurovision

Torino, intanto, si prepara. PalaAlpitour pronto a rimpire tutti i suoi 15mila posti. E si spera che, almeno così, il caos biglietti non ci sarà. Il villaggio con sponsor e iniziative, quest'anno, non sarà a piazza San Carlo ma in piazza d'Armi, di fronte al palazzetto. Obiettivo, fornire pause e intrattenimento proprio lì, a due passi dai campioni. A Palazzo madama, invece, la Casa del tennis. Insomma, per l'assessore del Comune di Torino allo Sport e ai Grandi eventi, Mimmo Carretta, “saranno delle ATP Finals modello Eurovision: un grande evento sportivo, diffuso in tutta la città, che diventa un modo per far conoscere Torino e attrarre turisti”.