Covid, crescono i ricoveri. La Regione: "Non ci sono elementi di preoccupazione"

"Abbiamo imparato che con l'avvio delle scuole e della mobilità c'è anche l'aumento dei contagi", dice il presidente della Regione Cirio. Vaccini, iniziate le chiamate dirette agli over60

Zero morti nelle ultime 24 ore, a fronte di un tasso di positività quasi dimezzato rispetto a ieri che si attesta al 12.2%, meno otto per cento rispetto a domenica, con 11mila tamponi fatti in Piemonte e 1.341 persone positive.

Il consueto monitoraggio giornaliero della Regione fotografa una situazione Covid in leggero peggioramento nelle terapie intensive, con due ricoveri in più e 39 letti occupati in più nei reparti ordinari.

“Tuttavia - dichiara il presidente della regione Alberto Cirio - abbiamo imparato che con l'avvio delle scuole e della mobilità c'è anche l'aumento dei contagi. Non ci sono elementi di preoccupazione per quanto riguarda l'ospedalizzazione - ha aggiunto”.

“Continuiamo a essere ai vertici in Italia per le quarte dosi, non abbiamo mai mollato un giorno. L'emergenza non è mai finita - conclude Cirio - perché all'emergenza Covid oggi si aggiunge anche quella del ritorno alla normalità”.

E continua intanto, sul sito internet www.ilpiemontetivaccina.it, la preadesione volontaria alla quarta dose: chi ha più di 12 anni può richiederla anche in farmacia e dal proprio medico di famiglia. Lunedì sono cominciate le chiamate dirette agli over60 che non hanno ancora preaderito ed è partita la chiamata diretta per la quinta dose alle persone immunodepresse. 

La situazione epidemiologica al 3/10/2022

Positivi: 1.341 (di cui 1.306 a test antigenico)
Positivi/tamponi: 12,2%
Tamponi: 11.019 (di cui 10.797 test antigenici)
Ricoveri Ordinari: 426 (+39 rispetto a ieri); 6,3%
Ricoveri Terapia Intensiva: 6 (+2 rispetto a ieri); 1,0%
Decessi: 0