A Romagnano Sesia

Ciak, prove di soccorso coi droni

Simulazione di interventi post alluvione a Romagnano Sesia e Ceva: in campo 200 uomini della protezione civile. Per lo scambio di dati e informazioni satellitari utilizzato il programma Copernicus dell'Unione Europea.

La giornata a Romagnano Sesia, in contemporanea con Ceva. L'esercitazione della Protezione Civile ha coinvolto anche Carabinieri e Croce Rossa. I droni sono gli occhi del futuro, scattano foto, per individuare eventuali criticità dopo un alluvione. I tecnici hanno reperito le immagini satellitari tramite il programma dell'Unione Europea “Copernicus” per l'osservazione della terra e lo scambio di informazioni tra squadre: tutte le informazioni convergono poi alla centrale operativa di corso Marche a Torino. L'esercitazione rientra all'interno della settimana della Protezione Civile, in programma fino al 16 ottobre.

Servizio di Federica Burbatti, montaggio Paolo Monchieri. Interviste a: Luca del Negro, Protezione Civile Regione Piemonte, Davide Porro, volontario Protezione Civile.