Risorse da utilizzare per interventi infrastrutturali

Dai fondi europei 1,5 miliardi per il Piemonte

Dalla programmazione Fesr 2021-2027 quasi 500 milioni in più rispetto ai 6 anni precedenti. Cinque gli indirizzi di spesa: energia, innovazione, ciclabili, scuola e coesione territoriale.

Un tesoretto da 1 miliardo e mezzo di euro per interventi infrastrutturali. A tanto ammonta la dotazione di fondi Fesr destinati dall'Europa al Piemonte nel periodo 2021-2027. Una somma in crescita del 50%, circa cinquecento milioni di euro in più, rispetto alla precedente programmazione 2014-2020. Ad annunciarlo il presidente della Regione Alberto Cirio, in una conferenza stampa da Bruxelles, dove aveva incontrato Elisa Ferreira, la commissaria europea per la politica regionale.

I fondi saranno articolati in cinque tipologie di interventi. Le somme maggiori saranno destinate a sostenere competitività e innovazione delle imprese piemontesi, circa 800 milioni, e a promuovere la transizione ecologica: in questo caso sono 435 milioni per interventi di efficientamento energetico e produzione e stoccaggio di energie. I restanti fondi saranno ripartiti per ampliare le piste ciclabili, tra cui quella sul lago maggiore, per sostenere l'istruzione e per la coesione e lo sviluppo territoriale.

Servizio di Marco Bobbio, montaggio di Gian Luca Omaggio. Intervista a Alberto Cirio, presidente Regione Piemonte.