Torino

Dalla Guinea a Torino per rifarsi una vita. La storia di Alassane: "Sono stato fortunato"

Il 3 ottobre è la Giornata in ricordo delle vittime dell'immigrazione: lo stesso giorno del 2013 il tragico naufragio con oltre 360 morti al largo di Lampedusa. Anche Alassane Conde, 25 anni, è arrivato in Italia via mare. Oggi vive a Torino.

“La mia vita è cambiata tanto, qui ho tutto quello che cercavo. Sono stato fortunato”. Alassane Conde, 25 anni, è originario della Guinea. Ha lasciato il suo villaggio, Dabola, e il suo Paese quando ne aveva 14. Dal 2014 vive a Torino e fa il cuoco in una pizzeria del centro. È arrivato in Italia attraversando il Mediterraneo. Si è imbarcato da Tripoli, in Libia - dove ha assistito alle violenze subite dai migranti - solo pochi mesi dopo il tragico naufragio del 3 ottobre 2013, quando 368 persone morirono al largo di Lampedusa nel tentativo di raggiungere l'Europa. Oggi qui ha un permesso di soggiorno di lungo periodo e una volta all'anno riesce a tornare in Guinea, dove ha una moglie e una figlia di 9 mesi che non ha ancora conosciuto.