L'INAF ricostruisce la storia dell'Universo

I primi 900 milioni di anni dal Big Bang

Simulazione del primo aggregato stellare e degli ammassi globulari. E' lo studio di un team internazionale coordinato dall'INAF, Istituto Nazionale di Astrofisica. Integrerà gli studi di James Webb.

Immagini che mostrano la densità della materia oscura, il punto del primo aggregato stellare, la densità del gas, la bolla generata dall'energia rilasciata dalle prime stelle massicce e la temperatura, compresa quella prodotta dalla bolla. Mappature che hanno consentito di ricostruire e simulare, per la prima volta e in modo dettagliato, l'evoluzione di una formazione stellare agli albori dell'universo. Il modello cosmologico, che riproduce i dettagli fisici delle 'bolle' generate dalle prime singole stelle massicce, le maggiori responsabili del 'feedback' stellare, è stato creato a partire da un codice numerico e dal supercomputer SuperRed 200. Così è stato osservato l'universo primordiale e gli embrioni dei primi ammassi globulari. 
Uno studio importante, dunque, per la comprensione della formazione degli ammassi globulari di cui si sta occupando anche il programma del telescopio spaziale James Webb e a cui partecipano gli studiosi dell'Inaf. Si attendono inaspettate rivelazioni. 

Servizio di Claudia Pregno. Intervista a Francesco Calura - ricercatore INAF