#ILNOSTROTEMPO

Lo splendore e la fragilità della montagna

I cambiamenti climatici mettono a rischio uno scenario unico: 70 persone da Macugnaga hanno assistito al sorgere del sole a 3 mila metri in occasione dell'omaggio a un'impresa alpinistica compiuta 150 anni fa

Uno scenario che toglie il fiato quello che si ammira dai  3000 metri del Monte Moro, quando l'alba si affaccia timida e il sole allunga i suoi raggi sulle pareti di fronte, quelle del massiccio del Rosa. 

Una settantina di persone, di tutte le età,  hanno assistito a questo spettacolo da Macugnanga in occasione dell'omaggio alla cordata di spericolati inglesi che, sotto la guida locale  Ferdinand Imsemg, 150 anni fa compirono, senza rendersene conto, un'impresa alpinistica: la salita della parete est del Rosa. 

Uno scenario, quello dell'alba sul ghiacciaio, messo a repentaglio dai cambiamenti climatici. 

Servizio di Maura Fassio, montaggio di Davide Mazzan. Interviste a: Giacomo Pini,  esperto di marketing del turismo, e Bruno Migliorati, presidente del Cai Piemonte.