Dalla Regione

Rsa e assistenza domiciliare, un voucher da 600 euro per le famiglie

Aumentano i fondi dedicati all'assistenza ad anziani e disabili. La Regione Piemonte è riuscita a individuare 90 milioni di euro dal Fondo sociale europeo

Un voucher da 600 euro al mese per due anni, rinnovabile, per le famiglie con anziani o disabili non autosufficienti. È la misura della regione che impegna 90 milioni di euro del Fondo sociale europeo: la metà sono destinati agli inserimenti in una RSA non convenzionata e l'altra metà per l'acquisto di servizi di cura e assistenza domiciliare. Il bonus, da richiedere online, sarà attivo dall'inizio dell'anno prossimo.

Il tetto massimo Isee per usufruire del buono sarà di 50 mila euro, 65 mila in caso di disabili minorenni. Il tema - ha sottolineato  l'assessore al Welfare Maurizio Marrone - è la libertà di scelta delle famiglie che potranno decidere per una casa di cura o l'assistenza domiciliare. Sarà anche uno strumento per l'emersione del nero.

Nel servizio le interviste ad Alberto Cirio, presidente Regione Piemonte, e Maurizio Marrone, assessore regionale Politiche sociali