L'Iveco Group presenta lo stabilimento a emissioni zero

Produrre senza inquinare

Uno stabilimento di 15 mila metri quadrati, produrrà camion e furgoni utilizzando pannelli solari e energie rinnovabili

Proprio mentre Legambiente dice che Torino è la città più malata di smog, l'Iveco presenta lo stabilimento a emissioni zero, di 15 mila metri quadrati che si autoalimenta con i pannelli fotovoltaici e con le energie rinnovabili, quasi non emette anidride carbonica. 

Ci sono persino 6 mila metri di piante resistenti alla siccità non essiccabili che mangiano 7 tonnellate di anidride carbonica l'anno. Iveco vuole arrivare a zero emissioni di CO2 entro il 2040, con dieci anni di anticipo rispetto agli accordi europei di Parigi. 

Impiegherà 200 persone per produrre 20 mila assali e 20 mila pacchi batteria all'anno utilizzando le tecnologie industry 4.0 con tanto di impiego di realtà virtuale e aumentata, sensori intelligenti e scanner a tre dimensioni, robot cooperativi e termocamere.