Istruzione e solidarietà

"Abetka", la prima scuola di lingua e cultura ucraina di Torino

Primo giorno di lezione all'oratorio di Valdocco per bambine e bambini dai 3 ai 6 anni. Una festa segnata dalla commozione.

Non disperdere il patrimonio culturale ucraino, la lingua e la letteratura soprattutto. E insegnare anche agli adulti, in particolare ai profughi in cerca di lavoro. L'inaugurazione della prima scuola ucraina a Torino è stata una festa segnata dalla commozione. Perché non è possibile per gli ucraini non cedere alle lacrime quando si parla del loro Paese. 

Molte famiglie con i bambini, tanti volontari, l'associazione Aief, i salesiani, che ospitano in un'aula dell'oratorio di Valdocco di via Salerno la classe dove si farà scuola ogni sabato mattina

I bambini hanno ricevuto materiale di cancelleria, e dopo un momento musicale, hanno cominciato subito le lezioni. Per le famiglie sarà anche un'occasione di ritrovarsi ogni settimana, una comunità solidale in un momento tragico di cui non si vede al momento, una soluzione. 

Nel servizio intervista ad Alla Chechotkina, responsabile scuola Abetka