Bike Pride a Torino al Valentino

Torna a Torino il Bike Pride

Lo spazio a disposizione di ogni abitante, all'interno di una città, è per definizione una risorsa scarsa e pertanto preziosa.

 Dopo tre anni e un mondo un po' diverso, tornare a organizzare il Bike Pride è una sfida, un invito alla consapevolezza che l'azione individuale ha bisogno di quella collettiva, che l'impegno per una mobilità sostenibile non può non accompagnarsi all'impegno per una giustizia sociale e ambientale. E un pedale alla volta possiamo rendere Torino più ciclabile, avanzando proposte all'Amministrazione e contribuendo a sensibilizzare la cittadinanza, commenta Elisa Gallo, presidente di "Fiab Torino Bike Pride".
Lo spazio a disposizione di ogni abitante, all'interno di una città, è per definizione una risorsa scarsa e pertanto preziosa. 
Restituire lo spazio pubblico alla persone, cambiando la mobilità urbana, significa restituire a tutti un diritto: allo spazio, all'aria pulita, alla salute, all'indipendenza economica e al benessere.