Astronomia

Eclissi di sole, come sarà in Italia

Domani la Luna si frappone tra il Sole e la Terra. Si assisterà all'eclissi da ogni parte del globo. Nel nostro paese sarà parziale, comincerà poco dopo le 11 e durerà due ore. Tgr Leonardo.

L'eclissi di sole di domani appartiene alla famiglia Saros, un'insieme di eclissi che si verificano a distanza di 18 anni, 11 giorni e 8 ore. In corso ce ne sono 40 serie. Sono identificate con un numero progressivo. Quella di domani è una Saros 124, la numero 55 della serie. La prima risale al 6 marzo 1049. L'ultima, avverrà '11 marzo 2347. Le eclissi Saros sono tutte molto simili fra loro perché la Luna si trova quasi nella stessa posizione rispetto al punto in cui l'orbita del nostro satellite incontra quella terrestre e alla stessa distanza dalla Terra. La particolarità è rappresentata da quelle 8 ore. Un lasso di tempo che permette alla Terra di fare un terzo di giro in più rispetto alla precedente eclissi avanzando di 120 gradi verso ovest. Questo è il motivo per cui sono visibili da regioni del mondo sempre differenti. Quella di domani per l'Italia, avverrà tra le 11:15 e le 13:20 e sarà parziale: la percentuale di diametro solare coperta varierà dal 29% al Nord al 22% al Sud. Precisamente, a Belluno con il 30% del disco solare oscurato si assisterà alla massima copertura, mentre la minima sarà a Palermo con il 22%. Non essendo totale, non scenderà la notte, ma si potrà vedere chiaramente la diminuzione della luce solare. Come sempre una raccomandazione: evitate di guardare il sole direttamente perché, seppure il sole è parzialmente oscurato, la radiazione luminosa può provocare danni permanenti alla vista. Utilizzate filtri appositi oppure potrete seguire l'eclissi in diretta streaming collegandovi al sito Virtual Telescope