Automotive

Grugliasco, quale futuro per lo stabilimento ex Bertone?

Stellantis lo venderà entro il 2024 senza perdita di posti di lavoro. Per ora due possibili acquirenti: Dr ed Etioca.

Tavares lo ha detto chiaro. L'amministratore delegato di Stellantis vuole ripensare gli spazi del gruppo nel Torinese, riducendoli e ristrutturandoli.

Così il glorioso stabilimento ex Bertone sarà venduto entro il 2024 e gli ultimi 200 lavoratori addetti alla lastratura saranno trasferiti a Mirafiori, senza perdita di posti di lavoro.

La fabbrica, inaugurata nel 1959, si trova in corso Allamano a Grugliasco. Fu acquistata nel 2009 dalla Fiat Chrysler di Sergio Marchionne per produrre la Maserati Ghibli e arrivò a impiegare 1.400 lavoratori.

Ci sarebbero già due acquirenti interessati all'immobile: il gruppo Dr Automobiles, fondato nel 2006 da Massimo Di Risio a Macchia d'Isernia, in Molise, e il gruppo Etioca, società internazionale con sede a Gibilterra.

Dr assembla automobili, importando parti e sistemi dalle aziende cinesi Chery Automobile e Jac Motors ed è cresciuta negli ultimi anni, conquistando una fetta di circa il tre per cento del mercato italiano.

Etioca invece ha già acquistato la carrozzeria torinese Coggiola e produrrà taxi elettrici modulabili secondo un modello di business che intende rivoluzionare il settore. I taxi infatti non sarebbero venduti, ma offerti in uso ai tassisti possessori di licenza con un canone di 0,99 centesimi al chilometro, che includerebbe il noleggio del veicolo (senza anticipo) l'assicurazione, la ricarica e il lavaggio.

Si vedrà, dunque, se lo storico stabilimento rinascerà a nuova vita.