Benfica-Juventus, ai bianconeri serve l'impresa

Vigilia di Champions, trasferta in Portogallo per gli uomini di Allegri. L'obiettivo è continuare il cammino in Europa. Intanto però si allunga la lista degli infortunati

Storia, classifica compromessa e infortunati. Alla Juventus di Massimiliano Allegri serve un'impresa. Lo sanno bene anche alla Continassa dove questa mattina la squadra si è allenata per l'ultima rifinitura prima della partenza per il Portogallo. Ad attendere i bianconeri c'è il Benfica. I tre precedenti sono tutti a favore dei portoghesi, a partire da quel 2 a 0 del '68, semifinale di Coppa dei Campioni contro un fuoriclasse assoluto, Eusebio.

Un tabù, quella della vittoria a Lisbona, che la Juve dovrà sfatare per giocarsi le ultime speranze di qualificazione  nell'ultima gara contro il Paris Saint Germain. E potrebbe non bastare. Non aiuterà di certo la lunga lista degli infortunati. Da un paio di giorni si è aggiunto anche l'argentino Paredes. E non saranno della gara De Sciglio, Bremer, Di Maria e Pogba. Capitolo Chiesa: oggi era in campo, si è allenato regolarmente con il gruppo ma dalla società sono prudenti e Allegri non dovrebbe rischiarlo.

Ultima nota dal campo: preoccupazione per un contatto abbastanza deciso tra Milik e Danilo con il brasiliano che si è toccato per qualche minuto la gamba, senza però lasciare il campo di allenamento.  Nel pomeriggio la lista dei convocati toglierà ogni dubbio.