Una settantina i vivaisti a Stupinigi per Floreal.

Rose e fiori fanno i conti con la crisi

La questione energetica alimenta le apprensioni di tanti settori economici.Tra questi il florovivaismo, che deve fare i conti anche con l'aumento dei costi di materie prime come terriccio e vasi in plastica


Seconda edizione di Floreal - il Festival nel segno della sostenibilità e del ritrovato amore verso le piante alla palazzina di caccia di Stupinigi. Una settantina i vivaisti presenti. 

Il settore è alle prese con rincari delle materie prime: terriccio, strumenti per irrigare, riscaldamento, plastica per i vasi. I produttori con tenacia aspettano tempi migliori. Per irrigare queste coltivazioni viene utilizzata la lana gocciolante che è raddoppiata. Produzione di un terzo a causa del calore estivo. lavoro doppio, raccolto di un terzo, materie prime aumentate 

Le zucche sono aumentate di 30 centesimi. Gli aumenti di energia e materie prime, i trasporti, la corrente per irrigare. Gli aumenti sono stati del 20-40% rispetto allo scorso anno. 

servizio di Laura Preite

montaggio di Giancarlo Raviola

 

 

interviste a 

 

Giustino Ballato- presidente Società orticola del Piemonte

Graziella Tarricono- florovivaista

Giampiero Gauna- agricoltore 

Giuseppe Ripepi- progettazione giardini