La vertenza

Voci e storie da Novi Ligure, il sollievo per la Pernigotti salvata

Dopo quattro anni di lotta durissima Lynstone si è impegnato a investire 10 milioni di euro, mantenendo la produzione a Novi, e a rilanciare l'azienda. Mercoledì prossimo ci sarà il primo incontro tra la nuova proprietà e i dipendenti

Dopo il salvataggio di Pernigotti siamo andati a Novi Ligure a raccogliere le reazioni di lavoratori e novesi. E' stata infatti perfezionata l'acquisizione del 100% della società  da parte del fondo Lynstone gestito da JP Morgan. Si chiude l'era dal gruppo turco Toksöz, che aveva rilevato l'azienda dolciaria nel 2013. Firmata anche la cassa integrazione straordinaria di 12 mesi in continuità con quella che era scaduta lo scorso 30 giugno. Attualmente i dipendenti sono 48. 

Dopo quattro anni di lotta durissima Lynstone si è impegnato a investire 10 milioni di euro, mantenendo la produzione a Novi, e a rilanciare l'azienda.
Mercoledì prossimo ci sarà il primo incontro tra la nuova proprietà e i dipendenti.

 

servizio di Giulia Dellepiane
Riprese Guido Cravero
 

intervistati: Piero Frescucci, Rsu Flai Cgil Pernigotti         Giovanni Dispensa, Rsu Uila Pernigotti