Ristrutturazioni edilizie

Cambia il bonus 110%. L'allarme degli edili: "Rischio stop del mercato"

Venerdì è scaduto il termine per presentare le pratiche per usufruire ancora dello sconto pieno. Ora scende al 90%


Cambia di nuovo la norma sulle ristrutturazioni energetiche. Da venerdì scorso le nuove pratiche presentate avranno benefici fiscali ridotti dal 110% al 90% e per le villette unifamigliari il beneficio sarà legato al reddito. Ma già da tempo il comparto edilizio è già in subbuglio: le banche hanno di nuovo bloccato la cessione del credito e molti si troveranno tra poco nell'impossibilità di scaricare in dichiarazione la detrazione acqusita con i lavori.

Il comparto ha dato un impulso forte all'economia: solo in Piemonte le ristrutturazioni al 110% hanno mobilitato investimenti per quasi 4 miliardi di euro sui 55 registrati al 31 ottobre a livello nazionale. 23 mila 500 le ristrutturazioni già concluse, il 70% in condomini. Ora però le imprese denunciano di essere a corto di liquidità non potendo cedere a loro volta i crediti fiscali acquisiti.

Servizio di Vanni Caratto

Interviste a: Enzo Tanino, presidente edili Confartigianato Piemonte; Stefano Vanzini, imprenditore edile