Tra le questioni aperte il saldo delle spese sanitarie per la pandemia

Il Piemonte sui tavoli del governo Meloni

Il presidente Cirio a Roma ha incontrato cinque ministri: al centro dei colloqui infrastrutture, sanità, sviluppo, autonomia differenziata. Tra le priorità la nuova Città della Salute e il completamento dell'Asti-Cuneo.

La ripresa del percorso per l'autonomia differenziata, con il trasferimento di ulteriori funzioni dallo Stato centrale al territorio, e il saldo delle spese sanitarie anticipate dalla Regione durante il Covid. Sono i temi affrontati a Roma dal presidente della Alberto Cirio nell'incontro con il ministro per gli Affari regionali del governo Meloni Roberto Calderoli. Ma non è l'unico tassello del dossier Piemonte arrivato sui tavoli del nuovo esecutivo.

Perché con il titolare della Salute Orazio Schillaci è stata affrontata la questione della nuova Città della Salute di Torino, con la richiesta da parte della Regione di inserire una clausola di salvaguardia per tutelare le gare d'appalto dai rincari di energia e materie prime e l'ipotesi di nominare un commissario per snellire tempi e procedure.

L'Alta Velocità Torino-Lione, la riapertura del tunnel del Tenda, il completamento dell'autostrada Asti-Cuneo, del terzo valico ferroviario e della Pedemontana sono stati invece i nodi affrontati con il ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini, mentre con Adolfo Urso, responsabile dello Sviluppo economico, sono state analizzate alcune delle direttrici fondamentali per la crescita del sistema produttivo locale: tra queste la cittadella dell'aerospazio, l'area di sviluppo complessa e l'attrazione di nuovi investimenti. Con il ministro della Funzione Pubblica Paolo Zangrillo infine è stato fatto il punto sull'apertura della nuova scuola di alta formazione per la pubblica amministrazione a Santena

Servizio di Marco Bobbio, interviste di Francesca Cosentino, montaggio di Massimo Carnemolla. Interviste a Alberto Cirio, presidente Regione Piemonte, e Roberto Calderoli, ministro per gli Affari regionali.