Toro battuto a Bologna 2 a 1

Il Toro a mezzogiorno si mangia tre punti

Il Bologna vince in rimonta dopo il rigore di Lukic i gol rossoblu di Orsolini e Posch

Il Toro passa dal sogno:  la vittoria sul Milan, al letargo della sconfitta col Bologna. Una partita senza. quasi senza tiri granata, senza possesso palla.Anche senza punte, Pellegri, eroe contro il milan, torna a essere degente in infermeria infortunandosi subito. Letargo per letargo, i rossoblu sembrano sotto mappazza da tortellini all'ora di pranzo e quindi tutto il primo tempo passa sotto anestesia, non succede nulla, tranne quel lancio lungo di Milinkovic che Lukic allunga per Miranciuk,  che si fa atterrare in area e Lukic, l'unico sempre lucido trasforma il rigore, rasoterra basso a sinistra, Skorupsi giustiziato al minuto 24. Il Bologna si dibatte fra la frutta e l'ammazza caffè dopopranzo. Chi non conosce il Toro pensa che controlli la partita perché non sa che questa squadra vive solo fra euforia o depressione, infatti coi cambi di Thiago motta al 58 si deprime, entrano orsolini e soriano e il toro si dilacera nel dibattito su chi marca Orsolini che nel frattempo segna, al 64esimo, su cross di vignato mentre il suo probabile marcatore Lazaro si domanda cosa fa in campo e non sa darsi risposte. Infatti Juric e Paro lo tolgono. Ma non basta perché il toro della depressione lascia andare Likojannis un cross prolungato da soriano e sul secondo palo arriva Posch e porta sul 2 a 1 il Bologna con i granata fermi sul lettino dello psicologo. A dir la verità l'azione era partita con una gomitata sulla faccia di Ricci che era da giallo. Invece il giallo calcistico vero è come faccia il Bloogna a far passare 3 dei sei minuti di recupero in quattro metri di campo fra giochini, corner e falli laterali. Anzi è noir tutto il finale del toro che non riesce neanche a fare un tiro decente dopo essere passato in svantaggio