Operaio muore schiacciato dai tubi alla Alessio di La Loggia

La vittima è un operaio magrebino di 41 anni, che lavorava con un contratto interinale. E' stato schiacciato da due tonnellate di tubi metallici.

“Stiamo collaborando per capire che cosa è successo”. Lo dicono alla Tgr Piemonte dalla direzione della Alessio Tubi dopo l'incidente mortale avvenuto nella mattinata di oggi, 7 ottobre.

Un operaio marocchino di 41 anni, Mostapha El Miski, è stato schiacciato da due tonnellate di tubi. Ed è morto sul colpo.

Inutili i tentativi di rianimazione dell'Elisoccorso del 118 e dei vigili del fuoco.

Sul posto i carabinieri di Vinovo e i tecnici dello Spresal dell'AslTo5.

Da capire come e perché un fascio di tubi si sia mosso travolgendo l'uomo.

Alla Alessio Tubi gli operai interinali sono una decina. 134 i dipendenti tra impiegati e operai a tempo indeterminato.

Dalla Cgil e dalla Uil parole di allarme e amarezza. Un morto al giorno in Italia non è più tollerabile, dice Edi Lazzi della Fiom Cgil. Il Governo deve intervenire sulla sicurezza e la salute sui posti di lavoro, aggiunge.