Un momento di vicinanza

Il ricordo di Novara nella giornata di commemorazione dei defunti

Il due novembre è il giorno del ricordo. In tanti hanno portato i fiori e un saluto ai loro cari

Giornate di dolore e di memoria, ma anche di ricordi e vicinanza: resta un punto fermo la tradizione delle visite al cimitero in occasione dei giorni di Ognissanti e dei morti. Anche a Novara tante le persone nei vialetti per una festa che segna tradizionalmente l'arrivo dell'autunno: i tanti visitatori portano un fiore, accendono un lume, recitano una preghiera, ritrovano parenti, ma anche conoscenti e amici scomparsi. Qui, come in altri grandi cimiteri, in queste giornate è attivo un servizio di trasporto all'interno dell'area, curato dall'Auser.

Il cimitero urbano, sorto in quella che all'inizio dell'800 era la zona più periferica d Novara, è anche il luogo in cui  la città onora e commemora le figure che hanno fatto grande la sua storia, tra cui il compositore e direttore d'orchestra Guido Cantelli, a cui è intitolato un concorso musicale. Vi sono sepolti anche l'ingegnere chimico Giacomo Fauser e lo scrittore Sebastiano Vassalli.