Rimarrà per sempre patrimonio della comunità

Quel marchio di birra regalato al Comune

A Roccasparvera nel cuneese un birrificio registra il nome "Paese" e lo dona al Comune

C'è un'impresa nel cuneese che ha preso sul serio il suo legame con il territorio e il comune in cui opera, tanto da volerlo codificare in un contratto. Succede a  Roccasparvera, nel cuneese e ha come protagonista un piccolo birrificio artigianale.

Nasce così, da una chiacchierata in piazza tra sindaco e imprenditore la prima birra di proprietà di un comune. Siamo a Roccasparvera, comune di 740 anime in Valle Stura, un borgo incastonato tra boschi di castagni e montagne. Da una decina d'anni qui è nato e cresciuto un birrificio artigianale: 10 ettari coltivati a orzo, 8 dipendenti e un piccolo impianto di imbottigliamento. Gli affari procedono, ma la preoccupazione del fondatore è già per il futuro. Prima o poi arriverà qualche grosso gruppo e comprerà tutto.

E allora l'imprenditore pensa come mettere l'impresa al sicuro anche quando non ci sarà piu' lui, in modo che almeno un pezzo di quel birrificio rimanga per sempre patrimonio della comunità. La soluzione: creare un marchio e regalarlo al Comune. Un'impresa tutt'altro che semplice da realizzare.

Servizio di Vanni Caratto

Interviste a: Manuel Guerra, sindaco Roccasparvera,  Alberto Degiovanni, titolare birrificio, Katia Serra, avvocato