Standard ambiziosi per ridurre l'inquinamento stradale entro il 2035

Obiettivo Euro 7

Prende forma la normativa Euro 7 per tutti i veicoli, elettrici compresi. I limiti oltre la CO2, particolato, polveri di freni e pneumatici. Testa ancora da definire. Resta l'incognita dei tempi stretti.

I dettagli tecnici sono ancora da definire. Però Bruxelles inizia a cambiare marcia e la normativa euro 7 prende forma. Nuovi standard, un solo obiettivo: ridurre l'inquinamento da trasporto stradale. Non si parla di anidride carbonica, perchè la cancellazione delle emissioni di CO2 per auto e furgoni entro il 2035 era già stata decisa. 
La partita euro 7 riguarda altri inquinanti: ossidi di azoto, particolato. I nuovi standard saranno i primi al mondo a regolamentare anche le particelle ultrafini (fino a 10 nanometri). I limiti sono fissati sia per benzina che per diesel. E non si tratta solo di motori, ma anche di freni e pneumatici, o di durabilità delle batterie. L'euro 7 riguarda tutti i veicoli, anche elettrici
Standard da verificare non solo quando i veicoli sono nuovi ma anche durante la loro vita, i requisiti si allungano nel tempo rispetto all'euro 6. Al microfono Giampiero Mastinu, docente di costruzione di veicoli al Politecnico di Milano.

Servizio di Elena Cestino, montaggio di Paola Galassi