Il Nobel per la Pace Yunus a Torino per il Global Social Business Summit

Al via una due giorni dedicata alle imprese del sociale. In arrivo delegati da 45 Paesi di tutto il mondo

Una visita all'arsenale della pace, accompagnato dal padrone di casa Ernesto Olivero. E' la prima cosa che ha fatto Muhammad Yunus, arrivato a Torino per il Global Social Business Summit. Nobel per la pace nel 2006, Yunus è l'uomo che ha battezzato e diffuso nel mondo la formula del microcredito, con la sua Grameen bank: in 40 anni ha aiutato oltre 10 milioni di persone a uscire dalla povertà finanziando piccole attività non sulla base di ipoteche ma di progetti, accompagnando chi li presentava a realizzarli. Una formula che funziona, tanto che l'indice di rimborso è del 98%.

"Il messaggio - ha spiegato - è che anche una sola persona, modesta, senza grandi risorse finanziarie, può trasformare il mondo, con impegno e dedizione alle persone. Questo è alla base della pace".

In arrivo per il Summit 300 aziende da tutto il mondo che hanno in comune la stessa filosofia: "Una attività guidata dalla consapevolezza sociale - spiega Hans Reitz, direttore del Global Social Business Summit - è una attività che si concentra su un problema, e sviluppa un modello di business per affrontarlo. Chi ci investe recupera i soldi, non li perde, ma non prende dividendi né interessi. E' una via di mezzo tra una organizzazione non governativa e una azienda tradizionale".

La partecipazione al summit è costosa, perché sostanzialmente rivolta agli operatori, ma tutti gli appuntamenti possono essere seguiti in diretta sul sito del forum, globalsocialbusinesssummit.org.