Ivrea

L'ex brigatista Adriana Faranda incontra Agnese, la figlia di Aldo Moro

Il dialogo di "giustizia riparativa" in scena al cinema Politeama di Ivrea di fronte agli studenti delle superiori

Vite potenziali, vite incompiute. La prima, Adriana Faranda, negli anni '70 partecipa al rapimento di Aldo Moro; la seconda, Agnese, è la terza figlia dello statista, quando il padre viene ucciso ha 25 anni. Pagano entrambe: Faranda con 15 anni di carcere; Moro con un lutto che la accompagna per tutta la vita. 

Vite ferite che vanno avanti, indietro non si può tornare. Finché Padre Guido Bertagna le coinvolge in un percorso di “giustizia riparativa”. A Ivrea, con gli studenti delle scuole di tutto il Piemonte, va in scena un'altra tappa di questo cammino.