Torino

Si parla di terre rare alla Biennale Tecnologia

L'Europa dovrà attrezzarsi per lavorarle in proprio, governando in modo corretto gli altissimi costi ambientali del processo


Da Pinerolo alla conquista del mondo accademico, il professor Giraudo, Docente di Geopolitica delle Materie Prime ha insegnato in alcune tra le più prestigiose università e come economista operato per grandi gruppi della finanza e dell'industria. 

Uno degli interventi più attesi il suo alla Biennale Tecnologia in corso al Politecnico di Torino, sul tema delle terre rare, metalli pesanti, usati nel quotidiano, con cui si confezionano parti, ad esempio dei nostri smartphone o dei nostri tv, oggi appartengono quasi esclusivamente alla cina, ma in futuro, secondo Giraudo, l'Europa dovrà attrezzarsi per lavorarli in proprio, governando in modo corretto gli altissimi costi ambientali del processo da tempo il professore vive a Parigi ma quando può torna nel suo Piemonte, con due tappe irrinunciabili: Biennale e Politecnico.