Attenzione particolare al settore femminile

Un faro sulla condizione dei detenuti

Una delegazione dei radicali in visita al carcere Lorusso e Cotugno, tra carenze di organico, problemi di sovraffollamento e atti di autolesionismo: nel 2022 sono stati 4 i suicidi nel penitenziario torinese

Ci sono presepi allestiti in ogni reparto, nei bracci si preparano pranzi per ricordarsi che anche in carcere è Natale. Sono giorni difficili quelli delle festività per chi è detenuto. Come ogni anno, una delegazione del partito radicale ha visitato il penitenziario torinese, questa volta partendo dal reparto femminile: nei mesi scorsi, alcune detenute avevano promosso iniziative nonviolente per denunciare le criticità della struttura.

La capienza del penitenziario Lorusso e Cotugno è di 1.062 posti a fronte di una presenza quotidiana di circa 1.400 detenuti. Frequenti gli episodi di autolesionismo, fino al dramma dei suicidi: 4 nel corso di questo 2022

Nel servizio l'intervista a Sergio Rovasio, Partito Radicale e presidente dell'associazione Marco Pannella