Prevista anche la nomina di un commissario per il progetto dell'ospedale

Dagli emendamenti alla finanziaria le risorse per il Piemonte

In arrivo fondi per il nuovo Parco della Salute, per le opere compensative del Terzo Valico e per i ristori alle aziende per i danni da peste suina. Le correzioni alla manovra proposte da Lega e Pd.

Dalle opere compensative per il Terzo Valico ai ristori alle aziende per i danni da peste suina, passando per i fondi necessari a disincagliare il progetto del Parco della Salute. Sotto l'albero e dentro la legge di bilancio attesa alla Camera, anche il Piemonte si prepara ad accogliere le risorse fondamentali per diversi dossier.

E' la Lega a rivendicare intanto l'emendamento approvato alla manovra: quindici milioni di euro per i comuni interessati dall'accordo sulle opere compensative legate Terzo Valico, da Alessandria a Novi Ligure, da Tortona ad Arquata Scrivia più altri sette. Soldi che andranno a coprire i maggiori oneri causati dall'aumento di costo dei materiali necessari alle opere stesse.

Un altro emendamento leghista è stato poi approvato sempre in commissione Bilancio, per l'alessandrino. Ottocento mila euro per le aziende faunistico venatorie che non hanno potuto lavorare, causa lo stop alla caccia per la peste suina. Di centro-sinistra invece la paternità di un altro emendamento, a firma Serracchiani-Fornaro, che aumenta i sostegni a favore delle vittime di amianto. Dal primo gennaio la prestazione aggiuntiva, rispetto alla rendita percepita da chi è affetto da patologia o superstite di un lavoratore deceduto a causa dell'asbesto, sale dal 15 al 17%.

Infine, una delle misure più attese: il decreto del presidente del consiglio, contenuto in un emendamento alla manovra, che stabilisce la nomina di un commissario per il Parco della Salute. Soluzione invocata dal Pd, sindaco Lo Russo compreso, ma anche dal presidente della Regione Alberto Cirio. Il futuro nome, avrà in dote trecento milioni di euro in tre anni. E un vuoto, nell'area ex Avio, ancora tutto da colmare.